Montaggio
METODOLOGIA PER L'ISTALLAZIONE DEGLI SPECIALI ELETTRODI  

Fase 1

Fase 2

Fase3

Fase 14

Fase 5

Fase 6

1

Individuare il sito ottimale su cui effettuare l'intervento di installazione, l'apparecchio va collocato sulla conduttura principale subito dopo il contatore dell' acqua, eventuali pompe e vasche di accumulo.

2 Controllare che le condutture non siano interrotte.

3 Una volta determinato il sito verificare che ci sia lo spazio sufficiente per poter realizzare il sistema di elettrodi:
MOD 1 lunghezza elettrodo 30 cm
MOD 2 lunghezza elettrodo 40 cm
MOD 3 lunghezza elettrodo 40/50 cm
MOD 4 lunghezza elettrodo 50/60 cm


Scartavetrare la conduttura da 120 cm Mod 1 a 200 cm Mod 4 (vedere le schede tecniche), al fine di eliminare eventuali malformazioni dovute alla irregolarità della fusione o alle morse usate per filettare le estremità dei tubi, ecc..

4 Procedere al bloccaggio sulle condutture dei due elettrodi dello S.F.A.P., facendo si che gli elettrodi siano "estremamente" aderenti alla superficie delle condutture connesse all' impianto, su cui effettuare il trattamento anticalcare, perché questo nostro sistema adotta un appropriato e studiato accoppiamento capacitivo (le cui lamine conduttrici degli elettrodi sono le armature del condensatore mentre il dielettrico è la lamina isolante), per elevare notevolmente il rendimento della nostra apparecchiatura tecnologica S.F.A.P..

5 Una volta bloccati gli elettrodi alle condutture procedere al rivestimento di questi con nastro isolante in PVC, fornito dal costruttore, opportunamente tensionato durante il rivestimento totale degli elettrodi.
Questa tensionatura ha lo scopo di equilibrare la capacità lamina/conduttura ed a proteggere gli elettrodi dall'umidità ed eventuali schizzi di acqua che, pur non arrecando danni poiché le lamine sono tropicalizzate e protette, potrebbero scaricare sulle condutture l'energia, della nostra apparecchiatura del sistema S.F.A.P..
Gli elettrodi sottoposti a sollecitazioni tipo forti urti, con corpi solidi, potrebbero deteriorare la tropicalizzazione e la protezione del costruttore in essi adottata al fine di evitare scariche di energia sulle condutture.